Info-Courier Phosphorus

Guida sulla carenza di fosforo

infocourier-phos_intro_1.jpgIl fosforo ha un ruolo importante in tutti gli organismi viventi. Esso rappresenta un elemento essenziale delle sostanze nutritive per piante e animali. Il fosforo ha una posizione chiave nella combustione cellulare e tutto il trasporto di energia della pianta. Esso è inoltre un elemento costitutivo delle pareti cellulari del DNA e di alcune proteine ed enzimi.

Per le piante giovani, i fosfati sono indispensabili; circa tre quarti dell’intera assimilazione avviene prima che la pianta abbia raggiunto un quarto del suo ciclo vitale. Si ha dunque la più alta concentrazione di fosfati anche nelle parti della pianta che si stanno sviluppando, come radici, polloni e il tessuto vascolare.

Cos’è e cosa significa?

  • Il fosforo ha una posizione chiave nella combustione cellulare e tutto il trasporto di energia della pianta.
  • Il fosforo è inoltre un elemento costitutivo delle pareti cellulari del DNA e di alcune proteine ed enzimi.

Cosa si può vedere?

  • Una pianta con uno scarso sviluppo con parti di foglie viola-nere, morte.
  • Foglie deformate e arricciate.

Cosa potete fare?

  • Fin da principio mescolate bene un fertilizzante fosfatico al sostrato delle piante.

infocourier-phos_text_4.jpg

I fenomeni di carenza

Nelle piante a crescita rapida, la carenza di fosforo non si manifesta tramite una colorazione viola dei gambi e dei piccioli, bensì attraverso una pianta poco sviluppata, con parti di foglia viola-nere, necrotiche (morte), nonché foglie deformate e arricciate.

Cronologia

  • All’inizio, la pianta è di colore verde scuro, ma diverso (blu-verde) da quello in presenza di carenza di potassio.
  • La crescita in lunghezza e lo sviluppo dei germogli laterali sono ridotti.
  • Dopo 2-3 settimane si riscontrano macchie viola-nere, necrotiche sulle foglie di età media e quelle più vecchie, deformandole.
  • Questa necrosi viola-nera passa ai piccioli, la foglia si contorce, arrotola e muore.
  • Le foglie morte sono arricciate e raggrinzite, hanno un tipico colore ocra-viola e cadono.
  • La pianta sfiorisce completamente, ma i fiori rimangono piccoli.

infocourier-phos_text_3.jpg

Motivi per la carenza di fosforo

Poiché in natura i fosfati sono presenti solo in concentrazioni minime, l’affinità delle cellule delle piante con i fosfati è molto alta; essi vengono assimilati dall’intera radice. I fenomeni di carenza sono dunque alquanto rari. Eccezioni:

  • In caso di pH del sostrato troppo alto (pH 7), l’assimilazione del fosforo è quasi nullo e nel terreno si creano legami di fosforo insolubili.
  • Terreni ricchi di ferro e zinco o troppo acidi.
  • Ancoraggio del terreno.

Che fare?

I fosfati inorganici sotto forma ionica sono molto facilmente assimilabili, mentre quelli organici non lo sono. Ad ogni modo si dovrebbero utilizzare solo sostanze macinate finemente e prestare attenzione che sia garantita una determinata percentuale di fosforo assimilabile. L’acidificazione prima dell’uso migliora la solubilità dei fosfati naturali.

  • Mescolare i fertilizzanti fosfatici accuratamente al terreno.
  • In presenza di un pH alto, utilizzare una soluzione diluita di acido fosforico.
  • Scegliere prodotti (concimi) dal contenuto garantito di fosfato vero (indicato sulla confezione), invece di sostanze fosfatiche alternative, come per es. sterco o guano.
Valuta questo articolo: 
Average: 3 (2 votes)